Fare cittadinanza a scuola

Le attività di cittadinanza sono quelle che da sempre mi coinvolgono di più.  Conoscere i propri diritti e i propri doveri, sapere di poter intervenire sulla realtà attivamente per trasformarla in meglio sono competenze che determinano la qualità della vita futura di ogni singolo alunno e la qualità della vita della comunità in cui vivremo.

Ogni anno cerco di proporre azioni di cittadinanza a partire dai bisogni che scaturiscono dalla classe stessa, dalla scuola o dal territorio. Quest’anno le nostre attività si sono concentrate su un’azione di sensibilizzazione in relazione alla povertà nei paesi in via di sviluppo, in particolare in Sud America.

L’occasione è nata grazie a un contatto con l’Operazione Mato Grosso, che a Vercelli è molto attiva. L’operazione Mato Grosso, che opera in diverse zone dell’Italia, si propone l’educazione del giovani attraverso il lavoro volontario. Tutto il ricavato dei lavori che vengono svolti contribuisce a finanziare le missioni in Sud America dell’Associazione.

L’azione si è sviluppata in due momenti:

– una prima parte ha visto protagonisti i volontari dell’Associazione, che sono venuti in classe a ragionare con noi sulla povertà, in particolare nelle zone del mondo dove loro operano (nel blog dei miei ragazzi, www.c2intheworld.wordpress.com, potete trovare la descrizione degli incontri);

– una seconda parte ha visto invece l’attivazione dell’intera classe finalizzata a una grande raccolta viveri da spedire in Perù, dove ormai da qualche giorno si è trasferita Marta, la volontaria di Operazione Mato Grosso che ci ha accompagnato in questa esperienza di solidarietà. La raccolta è stata organizzata, promossa e messa in atto dai ragazzi all’interno della scuola e, alla fine dell’azione, la classe è riuscita a raccogliere quasi tre quintali di viveri.

Per coinvolgere i compagni delle altre classi, abbiamo realizzato un video di sensibilizzazione, una piccola esposizone con fotografie e dati sul Perù, un pieghevole informativo e degli adesivi per ricordare giorno e ora della raccolta. Nei giorni appena precedenti al Natale, i ragazzi si sono suddivisi in piccoli gruppi e prima hanno sensibilizzato i compagni sul problema della povertà in Perù e in seguito hanno raccolto tutti i generi alimentari che sono stati portati.

WP_20151222_11_21_13_Pro       WP_20151216_10_16_59_Pro    WP_20151216_10_49_03_Pro         WP_20151216_10_49_10_Pro       WP_20151222_11_21_47_Pro       WP_20151216_10_19_17_Pro

Anche se non era in “programma”, in geografia abbiamo approfondito il Perù, in particolare le sue condizioni socioeconomiche. In storia abbiamo riflettuto sulle scoperte geografiche e la conquista, ponendo l’attenzione sulle popolazioni precolombiane e il loro sterminio. Qui potete trovare la prova in classe di storia  e quella di geografia per quanto riguarda la conoscenza del contenuti.

Durante le vacanze di Natale infine ho invitato i ragazzi ad approfondire un argomento sul Perù a scelta e a presentare l’approfondimento con uno strumento informatico a loro scelta.

Alla fine del percorso i ragazzi sono stati valutati per le conoscenze e soprattutto per le competenze acquisite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *