Archivio mensile:febbraio 2015

Il desiderio di uscire

11004441_10206119546411532_1724374172_n

La scuola tende a essere uno spazio chiuso, una sorta di non luogo in cui sembrano accadere fatti che solo la scuola conosce e può capire, indipendenti dal mondo esterno. Un’area protetta, impermeabile ai cambiamenti e agli eventi. Fuori una guerra può divampare, l’ordine mondiale ribaltarsi ma noi dentro la scuola continuiamo a “comunicare cultura”, sicuri nelle nostre aule, accoccolati nelle tiepide pagine dei libri di cui già conosciamo la fine.

Tra le pareti incerte delle scuole, in file ordinate di banchi, file disordinate di menti annullano la loro individualità e il loro spontaneo interesse per il mondo e sprofondano nel già sentito, nel già vissuto, nella noia del ripetere. E noi lo stesso, di fronte a loro.

E’ questo un rischio che voglio evitare e questo blog è la mia arma contro un destino che sembra inevitabile.

In otto anni di insegnamento, neanche tanti, in effetti,  ho prodotto con i miei ragazzi e grazie ai miei ragazzi materiali, esperienze, idee, pensieri. E’ il momento per me di uscire, di respirare insieme a loro l’ossigeno del mondo, con le sue contraddizioni, le sue incertezze, i suoi problemi, nella consapevolezza che il mondo ricambierà, entrando nelle mie aule come una folata di vento che fa sbattere una finstra e ci risveglia dal torpore che ci aveva colto senza che neanche ce ne accorgessimo.